LoZio, Apparentemente Proprio Lui, alla 1° BirrEnduro del Gravity Team

Quando sull’almanacco devo girare la pagina di Agosto, mi prende sempre un po’ di sconforto e, uscendo dal WaterClos, mi sento anche un po’ più vuoto.

E’ sempre così, ogni anno Settembre inizia un po’ sottotono; poi arriva un messaggio da Ale e subito quel mese in cui le giornate diventano corte come il mio fiato e le foglie degli alberi cadono dall’alto verso il basso, beh quel mese così sfigato diventa il periodo più bello dell’anno.

Sì perché c’è la competizione ciclistica Top dell’anno: la mitica SuperD, gara ad invito principalmente in discesa con partenza a trappola e tre rifornimenti obbligatori a base di birra più birra finale; potete agilmente consultare i racconti delle edizioni 2011 e 2012 .

Per le edizioni 2013 e 2014 ve le spiego di persona.

Ma quest’anno la SuperD, che tanto ci aveva divertito negli scorsi anni, non c’è più … perché Ale si è inventato una cosa ancora più TOP della SuperD: la BirrEnduro! Sì, sembra incredibile che possa esistere qualcosa di ancora meglio, ma è proprio così e questo format entra subito nei libri di storia del ciclismo mondiale.

Caratteristiche principali della BirrEnduro:

  • Partecipazione su invito strettissimo e riservatissimo
  • Doti di bellezza innate
  • Circuito ad anello con 3 prove speciali cronometrate
  • Squadre di due atleti con accoppiamento ad estrazione prima della partenza
  • Trasferimenti a tempo libero
  • Partenze con attività diverse, basate su bere birra.
  • Autocronometraggio con foto del compagno davanti all’orologio di fine Prova Speciale

Amici, ditemi o no se qui non siamo di fronte a qualcosa che qualsiasi cosa gli fa una pippa.

Continua a leggere “LoZio, Apparentemente Proprio Lui, alla 1° BirrEnduro del Gravity Team”

Lo Zio alla Urcis 6h 2012

Ai tempi dell’università mi capitava di presentarmi agli esami insieme ad una collega di cognome Lostimolo; non ricordo né il nome né il viso, ma solo quel cognome durante l’appello. In pratica non facevo un esame se non c’era Lostimolo…

Da quel periodo ogni volta che mi pongo un obiettivo, come quello di superare l’esame, non posso fare a meno dello stimolo, non in quanto persona, ma in quanto spinta iniziale. E’ successo così anche per allenarmi in mountain-bike, quando decisi di iscrivermi alle gare di Superenduro per avere Lostimolo di allenarmi con un minimo di continuità.

Ora, dato che vorrei modellare il mio fisico da bigné in un più attraente cannoncino alla crema, dovrei dedicarmi al fondo lungo, in bici, non su asfalto, in un’atmosfera rilassata. Dopo aver letto alcune cose su internet decido che le gare di endurance siano adatte al mio scopo ed in particolare la Urcis 6h, con i suoi ristori a base di birra, sia il luogo perfetto per fare il mio esordio nel mondo della durata.

Image

Continua a leggere “Lo Zio alla Urcis 6h 2012”

Lo Zio, o chi ne fa le veci, alla SuperD 2012 – Cose Mai Viste

L’Anno Domini 2012 stava passando in modo anonimo salvo un piccolo inconveniente prontamente trattato con Proctosedil, quando sul finire di uno dei mesi di agosto più sudati della storia moderna, mi giunge un messaggio che sarà destinato a trasformare in maniera definitiva l’anno in corso e la mia percezione del senso della vita.

E’ Alessandro, team manager del Gravity Team Lago Maggiore, squadra ciclistica orientata alla disciplina in discesa che ci convoca per la seconda edizione della gara non ufficiale dalla formula inconsueta che ha per nome SuperD.

Ma cos’è la SuperD? Trattasi di competizione su di un percorso nei boschi, principalmente in discesa, con trappola in partenza, 3 check point a base di birra dislocati lungo il percorso, premi per tutti sulla base del numerino applicato alla birra sgolata all’arrivo. Il tempo finale viene preso al termine della birra finale.

Continua a leggere “Lo Zio, o chi ne fa le veci, alla SuperD 2012 – Cose Mai Viste”

Interviste Arancioni: Il Top Model Antogno – Parte 3

Parte 1

Parte 2

 

Benvenuti a tutti alla terza ed ultima puntata delle ‘Interviste Arancioni’, oggi con grandissima felicità accolgo di nuovo il top model Antogno.

Z: ‘Buongiorno l’Antogno, complimenti la trovo veramente in forma!’

A: ‘Grazie il Ziofujo, è da una settimana che ho ingoiato un tendiscarpe della mia misura.’

Z: ‘Come prima domanda di quest’ultima parte di intervista vorrei chiederle come riesce a mantenere questa forma invidiabile. C’è qualche segreto che può confidarci?’

A: ‘Essendo bello di natura, devo soprattutto mantenere intatto il mio bagaglio estetico. Innanzitutto pratico ogni giorno la mia arte marziale preferita: lo Shaghai. Per tenere in forma le rughe d’espressione invece faccio settimanalmente due sedute di face training; in questo periodo mi sto esercitanto a toccare l’orecchio con le sopracciglia.’

Z: ‘L’Antogno, devo ammettere che lei è un pozzo di informazioni estetiche!’

A: ‘Secoli dedicati alla bellezza hanno incrementato a dismisura il mio bagaglio estetico, tanto che in aereo pago cifre da capogiro per la franchigia.’

Z: ‘A proposito di aerei, lei l’Antogno vola parecchio?’

Continua a leggere “Interviste Arancioni: Il Top Model Antogno – Parte 3”