LoZio, Apparentemente Proprio Lui, alla 1° BirrEnduro del Gravity Team

Quando sull’almanacco devo girare la pagina di Agosto, mi prende sempre un po’ di sconforto e, uscendo dal WaterClos, mi sento anche un po’ più vuoto.

E’ sempre così, ogni anno Settembre inizia un po’ sottotono; poi arriva un messaggio da Ale e subito quel mese in cui le giornate diventano corte come il mio fiato e le foglie degli alberi cadono dall’alto verso il basso, beh quel mese così sfigato diventa il periodo più bello dell’anno.

Sì perché c’è la competizione ciclistica Top dell’anno: la mitica SuperD, gara ad invito principalmente in discesa con partenza a trappola e tre rifornimenti obbligatori a base di birra più birra finale; potete agilmente consultare i racconti delle edizioni 2011 e 2012 .

Per le edizioni 2013 e 2014 ve le spiego di persona.

Ma quest’anno la SuperD, che tanto ci aveva divertito negli scorsi anni, non c’è più … perché Ale si è inventato una cosa ancora più TOP della SuperD: la BirrEnduro! Sì, sembra incredibile che possa esistere qualcosa di ancora meglio, ma è proprio così e questo format entra subito nei libri di storia del ciclismo mondiale.

Caratteristiche principali della BirrEnduro:

  • Partecipazione su invito strettissimo e riservatissimo
  • Doti di bellezza innate
  • Circuito ad anello con 3 prove speciali cronometrate
  • Squadre di due atleti con accoppiamento ad estrazione prima della partenza
  • Trasferimenti a tempo libero
  • Partenze con attività diverse, basate su bere birra.
  • Autocronometraggio con foto del compagno davanti all’orologio di fine Prova Speciale

Amici, ditemi o no se qui non siamo di fronte a qualcosa che qualsiasi cosa gli fa una pippa.

Continua a leggere “LoZio, Apparentemente Proprio Lui, alla 1° BirrEnduro del Gravity Team”

La Lingua dei Medici: un Idioma Sconosciuto

Cari amici, ma soprattutto cari nemici del Blog Caco, bentornati ad una nuova puntata delle avventure dello Zio.

Grazie alle insistenze della mia compagna di vita e di avventure, anche vostro Zio deve sottoporsi a controlli medici, che possano confermare lo stato di forma abbastanza invidiabile.
Decido quindi di presentarmi dal medico di base per chiedere un’impegnativa piuttosto impegnativa; infatti la mia lontananza dai centri analisi da ormai diversi anni, mi obbliga a redigere una lista di esami infinita.

I medici, nessuno escluso, hanno una caratteristica che mi ha sempre incuriosito: scrivono tutti nella stessa maniera. Incomprensibile.

tampone ricetta

Continua a leggere “La Lingua dei Medici: un Idioma Sconosciuto”

Chiedilo allo Zio – Puntata 6: La moda aiuta i Belli

Con naturale effervescenza ai limiti della esplosione, riporto la domanda postami da un lettore affezionato alla quale provvedo tosto a rispondere (la precedente domanda era QUI):

Ciao Zio,

sono Andrea e come ben sai nella vita faccio l’anatomo-patologo (con un po’ di consapevolezza in più), tra l’altro ho appena finito il corso intensivo di scuola radio elettra nella speranza che si liberi un posto da ministro -possibilmente delle varie ed eventuali-.

Sono sicuro che tu già conosci la tecnica della salita delle scale in retromarcia e vorrei sapere cosa ne pensi ed eventualmente se hai delle tecniche alternative visto che l’ultima volta che l’ho dovuta utilizzare ero in un posto pubblico e onestamente non ho fatto una gran figura.

Ti ricordo che abbiamo ancora una cena in ballo!

Con stima
Andrea

Ps. è venuto anche a me un terribile male ad un dito: soluzioni?

 

Caro Andrea,

innanzitutto complimenti per la tua scelta di diventare Ministro; certo ora è un po’ più difficile dato che bisogna essere tecnici anziché qualsiasi altra cosa, tuttavia il fatto che tu abbia compiuto i tuoi studi presso La scuola tecnica per eccellenza potrà solo agevolarti.

Detto ciò parliamo della questione delle scale in retromarcia: ritengo fondamentale spiegare brevemente in cosa consiste questa attività, che per alcuni è diventata professione, già nota e riportata dai poeti del distretto dei laghi. Continua a leggere “Chiedilo allo Zio – Puntata 6: La moda aiuta i Belli”